1/15

Pro Loco di Cantalice:

+39 O746/653436

Via Dante Alighieri, scn

Cantalice (RI)

Info

Chiesa di Santa Maria

del Popolo

Nel cuore del borgo, visibile dalla piazzetta a terrazza consacrata al ricordo dei Martiri della Libertà, si scorge la Chiesa di Santa Maria del Popolo, antica quanto Cantalice stessa e successivamente restaurata. Essa fu eretta, infatti, per sancire l’unione delle piccole località di Rocca di Sopra, Rocca di Sotto e Rocchetta in seguito alle invasioni saracene, con la nascita della roccaforte di Cantalice. Per questo all’interno della chiesa, al centro del soffitto, è stato inserito lo stemma del Comune.

 

Nella caratteristica facciata dal bel portale cinquecentesco si legge una dedica in latino alla Madonna, mentre alla sua sinistra è l’ex Convento degli Agostiniani abbellito da portici. Il convento, così come il campanile della Chiesa di Santa Maria del Popolo, erano visibili dalla casa di San Felice, e da giovane il santo era particolarmente affascinato dallo stile di vita umile e solitario adottato dai frati che vi risiedevano, tra i quali vi era il suo stesso cugino.

 

All’interno della Chiesa di Santa Maria, a tre navate, sono oggi conservati il battistero dell’antica Chiesa di Sant’Andrea, dove San Felice ricevette il battesimo, e il monumento funebre dello stesso San Felice, insieme a quello di un altro illustre concittadino, Giovanni Battista Valentini detto “Cantalicio”, che fu vescovo e scrittore umanista alla corte di Urbino e dei Borgia a Roma. Sotto alla statua di San Felice un’evocativa iscrizione in latino recita: “Qui l’immagine, il corpo a Roma, le stelle hanno l’anima.”

 

L’altare maggiore è in stucco policromo e ornato da una pregevole tela del Seicento rappresentante l’Ultima Cena. Lungo le navate si contano altri sei altari, sormontati da splendide tele. Spiccano la Pietà, San Michele Arcangelo con il demonio (una copia del dipinto di Guido Reni nella chiesa di Santa Maria della Concezione a Roma) e San Tommaso da Villanova.

 

In precedenza si conservava nella canonica una croce processionale quattrocentesca opera di un orafo abruzzese. Oggi si trova al Museo Diocesano di Rieti.

Designed by Bottega Vaquier