1/21

Pro Loco di Morro Reatino:

Prolocomorroreatino@gmail.com

 

Info

Cittadella fortificata

Morro Reatino, antica sentinella di Labro e spesso in lotta con la vicina Rivodutri, si presenta oggi come un piccolo borgo di vicoli e scale, archi e case in pietra, cortili nascosti, panchine solitarie e gatti che si riposano languidi sotto il calore del sole.

 

Nonostante i terremoti, il più recente dei quali risale al 1948, Morro ha mantenuto la struttura di cittadella fortificata, con le possenti mura in pietra a merlatura guelfa ampliate nel Trecento e i torrioni circolari e quadrangolari.

 

Vi si accede dalla porta castellana, a tutto sesto seguita da un passaggio con volta a botte, e molti sono i piccoli archi che si dipanano tra i vicoli del paese, offrendo sempre scorci suggestivi in un borgo che sembra essersi fermato nel tempo.

 

La cittadella di Morro Reatino, ai margini della Conca Reatina, domina il Lago Lungo e la Valle del Fuscello. Quest’ultima, particolarmente boscosa e verdeggiante, immette nella pianura reatina e appare solitaria tra i Monti Reatini.

 

Il fiume Fuscello è il principale immissario del Lago di Piediluco e ha ori­gine nel versante orientale del Monte Tilia, nei pressi di Leonessa. Il valico del Fuscello, inoltre, permette di arrivare in tutta discesa a Leonessa e al Terminillo, in un percorso molto apprezzato dagli amanti della mountain bike e delle escursioni in montagna.

 

Dall’altro lato della Valle del Fuscello è situata la torre omonima, che appartiene al Comune di Leonessa. Anticamente, infatti, Labro e Leonessa si servivano dei loro avamposti per controllare quest’importante via di comunicazione.

 

Gli scambi tra Morro e Leonessa si sono tuttavia rivelati inevitabili, tanto che oggi a Morro si degustano i migliori prodotti della pasticceria di Leonessa e il luogo migliore per ammirare la rocca è sicuramente la piazza dedicata a San Giuseppe da Leonessa.

Designed by Bottega Vaquier