1/25

Contigliano

Contigliano è un pittoresco borgo in cima ad una collina, caratterizzato da scale e vicoli adornati da fiori tra piazzette a terrazza e piccole case in pietra. A dominare il paese e la valle è la maestosa Collegiata di San Michele Arcangelo, un trionfo barocco degno del paese che osò sfidare il braccio destro di Cesare Borgia.

Ciò che più balza all’occhio, ammirando il colle della Val Canera su cui sorge arroccata Contigliano, è l’enorme Collegiata di San Michele Arcangelo, imponente e maestosa. Il simbolo di un paese che per anni ha dominato tutta l’area dall’alto della sua posizione strategica.

 

Questo splendido borgo medievale deve il suo nome a Marco Fabio Quintiliano, celebre oratore del I secolo d.C. e amico dell’imperatore Flavio Vespasiano, che possedeva qui una villa. Intorno alla tenuta si sviluppò nel tempo un piccolo insediamento di pastori e agricoltori, a cui si aggiunse un castello prima del 1157.

 

Inizialmente sotto il controllo di Rieti per via della sua posizione strategica, Contigliano passò agli Sforza nel 1436, salvo poi essere riacquistata dal capoluogo. Dopo l’invasione e il saccheggio nel 1501 ad opera dei soldati di ventura di Vitellozzo Vitelli, servitore di Cesare Borgia, i 90 abitanti sopravvissuti riuscirono con coraggio a risollevare le sorti del paese, che conobbe una grande espansione economica e demografica.

 

La rievocazione storica degli eventi che ebbero luogo il 7 agosto del 1501 avviene ogni anno durante il palio dell’“Assalto al Castello”: squadre di rioni e frazioni di Contigliano si sfidano ad una corsa con l’ariete, con cui la squadra vincitrice sfonda simbolicamente la Porta de’ Santi. La sera si dà poi il via all’apertura di botteghe e taverne, dove si possono degustare prodotti e ricette tradizionali come i “pizzicotti”, gnocchi in pasta di pane conditi con sugo piccante.

 

Contigliano conserva ancora gran parte della sua struttura medievale, ed è possibile accedervi attraversando Porta de’ Santi, presso la Cripta della Collegiata con il caratteristico portale a timpano in pietra rosa locale, oppure Porta Codarda, da cui si può ammirare un magnifico panorama sulla Piana Reatina e sul Monte Terminillo.

 

Percorrendo i vicoli del borgo si respira un’atmosfera alquanto suggestiva, così come in Piazza Vittorio Emanuele II, su cui si affacciano palazzi del ‘600 e ‘700 e la facciata della Collegiata di San Michele Arcangelo. L’interno della chiesa, il cui nucleo risale al 1563, è splendidamente decorato con stucchi barocchi e ospita un meraviglioso organo settecentesco in ebano e avorio.

 

Da visitare nei pressi del paese sono anche i ruderi delle affascinanti chiese scoperte di San Giovanni e San Lorenzo, la fiera Abbazia cistercense di San Pastore e l’antico Eremo di Santo Tomeo, dove San Tommaso sarebbe apparso ad un eremita.

Da vedere

DSC_0569.jpg

Assalto

al castello

DSC_0549.jpg

Abbazia di

San Pastore

DSC_05981.jpg

Collegiata di

San Michele

DSC_0381.JPG

Castello di

Terria

DSC_8925.jpg

San Lorenzo

in Quintiliano

DSC_0824.jpg

Osteria di

Reopasto

Dormire

BnB Colle di Terria

La Country House si trova nelle vicinanze del castello di Terria e del maneggio Cascina Boalecchia.

Tel: 347 194 0988

BnB Il Girasole

Il BnB è una casa accogliente ai piedi della chiesa di San Lorenzo in Quintiliano.

Tel: 0746 706043

Mangiare

Le fontanelle

L'agriturismo propone alcune delle migliori carni della provincia, provenienti dai loro allevamenti.

Tel: 339.1346068

Villa Battistini

Sotto alla Villa del famoso baritono Mattia Battistini si trova questo grande ristorante di livello.

Tel: 0746 211014

Info

Pro Loco di Contigliano:

+39 392 1884799 / 347 5974769

Piazza degli Eroi, 5

Contigliano

prolococontigliano@tiscali.it

 

In autobus: 

Consultare il sito web delle Autolinee Cotral per gli orari delle corse da Roma per Rieti e da Rieti per Contigliano: www.cotralspa.it.

In treno: 

Rieti si trova sulla tratta Terni-Sulmona. Consultare il sito web delle Ferrovie dello Stato per gli orari dei treni: www.trenitalia.com. L'autostazione Cotral è poi situata appena fuori la stazione.

 

Designed by Boutegue Vaquier