Info

Proloco di Colli sul Velino:

+39  3385413251

Colli sul Velino​

proloco-colli@teletu.it

Franco Bellardi

Franco Bellardi: pittore, scultore, mosaicista, incisore, ceramista. Un artista a tutto tondo, che lascia trasparire nelle sue opere tutta la passione e la maestria di un professionista dalla vastissima esperienza e dall’animo di bambino, che sa ancora stupirsi davanti ai misteri dell’animo umano e alla straordinarietà della natura.

 

É forse questo il motivo che lo ha spinto a scegliere proprio la provincia di Rieti come residenza e sede della sua “Schola” di arti visive, sita a Rieti in Via San Francesco, 36. Ha trovato qui gente gioviale, sincera, legata alle proprie tradizioni e radicata in un territorio splendido che offre paesaggi mozzafiato. E ha inserito tutto ciò nelle sue opere, dal volto di Gesù e dei suoi apostoli ispirati a quelli degli abitanti di Colli sul Velino, fino alle acque del fiume Giordano del Battesimo di Gesù trasformate in quelle delle Sorgenti di Santa Susanna a Rivodutri.

 

Franco Bellardi, classe 1934, nasce a Reggio Emilia e si trasferisce con la famiglia a Rieti nel 1946, dove inizia ad interessarsi al disegno. Tuttavia, come spesso accade, i genitori non vedono di buon occhio questa passione di Franco, che ottiene quindi il diploma di ragioniere e lavora come capo ufficio statistica negli uffici della ragioneria. Ma non smette mai di dipingere, di ricercare e sperimentare nuove tecniche, e lavora anche come scenografo per diverse opere teatrali. Partecipa a mostre nazionali e vince premi, e decide di lasciarsi alle spalle l’impiego comunale per iscriversi al Liceo artistico di Roma e all’Accademia delle Belle Arti. Inizia così la sua carriera di artista ed insegnante, spostandosi tra Roma, Venezia e Cuba, prima di approdare a Colli sul Velino in provincia di Rieti e sceglierla come casa.

 

La sua pittura è meravigliosamente interpretativa, realizzata per evocare, raccontare storie piuttosto che descrivere la realtà in modo pedissequo. Ciononostante, le sue opere traggono spesso ispirazione da fatti di attualità sociale ed esperienze personali, dalle difficoltà del quotidiano e dalle proprie convinzioni personali. Le opere di Bellardi - il quale si diletta in una molteplicità di tecniche, dagli acquerelli alle matite colorate, dalle acqueforti alle tempere all’uovo - si distinguono per i colori primari vivaci, i contrasti, il tratto rapido, i riconoscibili paesaggi locali e le figure ispirate ad amici e conoscenti, particolari che le rendono particolarmente reali, moderne e vicine al fruitore.

Su committenza di amici e religiosi, al pari di un artista toscano del Rinascimento, ha realizzato diverse opere conservate in vari Comuni della provincia di Rieti: Colli sul Velino (entrambe le chiese di Maria Maddalena, la Scuola Elementare e il Monumento alla Resistenza), Rivodutri (Chiesa di Maria Immacolata, Monumento alla Pace e Chiesa di San Francesco al Faggio), Poggio Bustone (Cappella delle suore missionarie cappuccine di San Pietro), Marcetelli (Chiesa di San Rocco) e Rieti (Santuario della Foresta).

Designed by Bottega Vaquier

I murales della Schola a Colli