Pro Loco di Leonessa:

+39 0746923380

Piazza VII Aprile

Leonessa

proloco.leonessa@tiscalinet.it

 

Info

Monumenti civici

In seguito alla fondazione nel 1278 ad opera di Carlo I d’Angiò, confluirono a Leonessa gli abitanti dei vari castelli dell’altopiano, che diedero il nome ai rioni, i cosiddetti “Sesti”: Corno, Croce, Forcamelone, Poggio, Torre e Terzone, i quali erano piuttosto indipendenti l’uno dall’altro ed eleggevano ognuno i propri rappresentanti politici nel Consiglio dei Priori e nel Consiglio Popolare. La città assunse nel tempo una forma allungata, seguendo una linea diritta che va dalla Porta Spoletina alla Torre Angioina passando per Piazza VII Aprile.

 

PORTA SPOLETINA

A nord, si accede alla città attraversando la gotica Porta Spoletina, in pietra rosata locale, sormontata da merli e risalente al XV secolo. Essa è adornata da un bel mosaico della Vergine Maria a sfondo dorato e, ai lati, da due fontanelle, che vedono l’acqua fuoriuscire dalla bocca di un leone. La porta si apriva anticamente sulla strada che conduceva appunto a Spoleto, e segna l’inizio di Corso San Giuseppe da Leonessa, che attraversa tutta la cittadina.

 

FONTANA FARNESIANA

Percorrendo l’antico Corso, si giunge nella piazza principale di Leonessa, Piazza VII Aprile, in cui spicca l’elegante Fontana Farnesiana. Di forma ottagonale e costruita in pietra fiorentina, fu commissionata dai Priori dell’epoca e realizzata dal maestro Nicola di Joanni Carlo da Firenze con l’approvazione di Madama Margherita d’Austria. La fontana si erge su tre gradini e presenta nella vasca quattro stemmi in rilievo, tra cui quello dello stesso Comune di Leonessa, affiancati da decorazioni nastriformi. Al centro della vasca si ammira un balaustro, anch’esso ottagonale, ornato a riquadri alterni con quattro delfini e quattro mascheroni. Esso funge da base per una struttura piramidale decorata da tre figure femminili alate, la quale sostiene un disco sormontato da una sfera. I mascheroni, le figure alate e la sfera ospitano le bocchette per l’acqua.

 

TORRE ANGIOINA

Raggiungibile da Leonessa con un’ora di cammino lungo un sentiero attrezzato, la Torre Angioina domina la città e si presenta massiccia, di forma poligonale. All’interno è dotata di una scala, salendo la quale si può godere di uno splendido panorama di Leonessa vista dall'alto, con la sua caratteristica forma a pesce. Il sentiero, che si prende sulla strada a sinistra prima del monumento ai caduti, è quello che anticamente conduceva alla rocca sovrastante il paese. La torre, infatti, fu fatta edificare nel 1278 da Carlo I d’Angiò sui resti di una precedente, in prossimità del vecchio castello di Ripa di Corno (di cui rimane oggi la Fonte), e costituiva il terminale dell’antica struttura difensiva della città.

Designed by Bottega Vaquier

Torre Angioina